mercoledì 9 luglio 2008

la poesia dell'estate

Michele ha comprato
una casa in città
E sa che di pagarla
un giorno finirà
Ma intanto è in vacanza
sul lago di Aral
Si sta prosciugando,
ma lui non lo sa

Lui pensa ai suoi vecchi
Lasciati in città
Che fermi ad un banco
del supermercato
Fanno amicizia
Con del pesce congelato.

Intanto si tuffa
nel lago salato
Ricorda il suo cane,
che l’ha abbandonato
Il mutuo e le tasse
pagare dovrà
Con uno stipendio
che ancora non ha.

Si sente sconfitto
da una società
Che lo vuol triste,
e disoccupato
In vacanza su un lago
prosciugato
Posta un commento