lunedì 13 dicembre 2010

editoriale di natale

Metà stagione calcistica si avvia alla conclusione e con lei

il fantanonna™ nel quasi più completo anonimato. Combattutissime giornate di

campionato si sono susseguite con il bello e il cattivo tempo, e nonostante un

regolamento concepito in maniera folle e che giunge ai limiti dell’etica

sportiva (il presidente della federazione D’Agostino lo definirà il

“porcellum”) tutti gli scontri sono stati disputati regolarmente e a pochi

giorni da Natale tutti i presidenti sono ancora vivi e a piede libero. La fantaclassifica

va delineandosi in maniera sempre più netta così come sempre più evidenti si

mostrano i limiti delle squadre partecipanti: dopo mesi di incontrastato

dominio in vetta, il tom tom fc di Proto cede il passo alla multimilionaria

corazzata del magnate Bilotta, che dopo il vittorioso scontro diretto conquista

il primato solitario in classifica. Anche se circolano voci di corruzione in

fase di mercato e favori per così dire “untuosi” da parte del latifondista di

Guardia Sanframundi, è innegabile il fondamentale contributo degli attaccanti

di Sapenzie all’attuale classifica, aldilà di ogni possibile lubrificazione.

Sempre più stabile al terzo posto, e ancora ampiamente in corsa per il titolo

c’è l’organizzata squadra dell’altra metà di Slsfeb: l’Atletico Meacrer’r forte

di un gruppo solido e concreto e del conflitto d’interessi del suo presidente,

si difende dal ritorno del volenteroso fc Ciakkar@ a colpi di assist assegnati

a caso e ammonizioni non contate (non c’è nulla di accertato, sono in corso le

indagini del caso). Fuori dal podio è bagarre, con un nugolo di squadre che si

giocano una sorta di campionato al massacro parallelo: ad avere la meglio qui

sono i Vecchi lions con la loro squadra fatta da tante scommesse. A seguire,

una serie di squadre che vedono la vittoria come un miraggio e festeggiano i

pareggi come un successo in champions, squadre sprofondate in un baratro di

sconfitte e risultati che non smuovono una classifica sempre più misera: l’ssc

o’ciuott, partito con i migliori auspici e considerata la possibile grande

sorpresa del campionato si ritrova ora insieme ai suoi calcoli, più vicina alla

zona retrocessione che ai piani alti della classifica; stesso discorso ma senza

equazioni per il real caruso. Il joakkino fc subisce la quasi totale indifferenza

del suo presidente, probabilmente impegnato in attività più redditizie,

dairecord soccer del rampante imprenditore Scarano addirittura va a occupare

l’ultimo posto in classifica, per tanto tempo custodito gelosamente dal real

slsfeb, che devastato dall’affaire cassano medita una serie di ricorsi: nessuno

gli aveva spiegato l’esistenza di panchina e infortuni, né tantomeno che vince

chi segna.


Posta un commento