mercoledì 12 gennaio 2011

metro di giudizio

Probabilmente la cosa bella della metropolitana è la sua funzione di de-responsabilizzazione sociale ed estetica. Entrare la sera in metropolitana giustifica automaticamente il tuo stato, qualunque esso sia e la tua propensione al rapporto col prossimo, qualunque essa sia: nel momento in cui fai attenzione alla distanza tra la piattaforma e il treno e varchi la soglia della vettura saprai, e tutti i viaggiatori al tempo stesso sapranno, che tu sei stato produttivo, che non dovrai chiedere scusa a nessuno, che hai faticato la tua giornata, e non hai paura di alcun controllore e loro non si scaglieranno su di te perchè è automatico, lo sanno tutti, tu sei in metro alle sette di sera, sei orgogliosamente sfatto e sovrappensiero, inevitabilmente una persona onesta.

Posta un commento